Sempre aperto
Parco della Rimembranza, Castello di San Giusto, Cattedrale di San Giusto, Chiesa di San Giacomo.
Cipresso, cedro, robinia, alloro, bagolaro, quercia
Accesso consentito ai cani
Autobus n. 1, 10, 29

Il giardino si trova nel popolare quartiere di San Giacomo, tra la via Paolo Veronese e la via San Giacomo in Monte, chiamato dai vecchi sangiacomini el giardin Puntini.

L’ area faceva parte del bosco Pontini, un tempo proprietà dei baroni de Fin, poi passò a un certo Buhelin, successivamente al negoziante di borsa Pontini e infine, nel 1825, al signor Pepeu.

Nel 1839 la tenuta venne acquistata dal deputato triestino al Parlamento di Vienna cav. Giuseppe Basevi che nel 1898 donò il giardino al Comune di Trieste.

L’area si estendeva su livelli diversi in continua pendenza; uno degli accessi al giardino è situato a metà della scala Dublino, già denominata scala Joyce, poichè nelle vicinanze, in via Bramante 4 (al terzo piano) il famoso scrittore che visse un periodo della sua vita a Trieste, iniziò L’Ulisse.

Attraverso una cancellata in ferro lavorato si accede ad uno dei viali del giardino dove si passeggia all’ ombra dei grandi alberi ed arbusti.
Di aspetto romantico e suggestivo, il giardino si presenta attualmente un po’ dimenticato, in attesa di cure che lo riportino al suo antico splendore.